Milano, Roggiani: al Giardino dei Giusti provocazione non casuale

fcz

Milano, 9 nov. (askanews) - "Deturpare l'anfiteatro del Giardino dei Giusti di Milano, da poco riqualificato e inaugurato, non è una provocazione qualunque. Perché non è qualunque il luogo né la tempistica con cui si è manifestata. La mano che ha imbrattato con vernice rossa un luogo simbolo di Memoria e pace della nostra città, in un momento così delicato per il crescente clima di odio che si sta registrando - con le odiose minacce alla senatrice Segre -, probabilmente non ha agito in maniera così casuale". Lo afferma in una nota la segretaria metropolitana del Pd, Silvia Roggiani, esprimendo "tutta la mia solidarietà a Gariwo e al suo presidente Gabriele Nissim, che sono certa non si faranno intimidire ma continueranno a far prevalere l'impegno per la pace e il contrasto ad ogni forma di odio".