Milano: Sala, 'condizioni detenzione indegne a S.Vittore, chiederò intervento Nordio'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 28 ott. (Adnkronos) – "La prima volta che ho visitato San Vittore è stato nel 2009, ero direttore generale del Comune. Poi ci sono tornato più volte. Le carceri non dipendono dal Comune, ma da sindaco mi sento di dire che così non si può andare avanti. Penso che San Vittore, per una serie di ragioni, debba rimanere dove è. Ne sono convinto. È una parte del tessuto cittadino, è una parte della nostra storia, ma le condizioni di detenzione non sono degne di Milano". Lo scrive su Facebook il sindaco di Milano Beppe Sala dopo essere intervenuto nella casa circondariale milanese per la cerimonia di inaugurazione di 'Off Campus San Vittore'.

"Non esiste che una detenuta, magari incinta, condivida con altre tre detenute uno spazio di pochissimi metri quadrati e dovendo fare i suoi bisogni debba utilizzare un bagno alla turca", prosegue Sala aggiungendo: "Chiederò al nuovo ministro della Giustizia di farsi carico della questione e gli offrirò tutto il supporto che posso offrire". Anche perché "sono anni e anni che se ne discute e siamo arrivati al 2022. Non oso immaginare che nel 2030 chi sia detenuto in un carcere milanese debba ancora vivere in queste condizioni".