Milano, Sala: convergenze con M5s? Non ci pensiamo ora, si vedrà

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 ago. (askanews) - A poche ore dall'annuncio della candidata del Movimento Cinque Stelle alla carica di sindaco di Milano, Layla Pavone, il sindaco uscente Beppe Sala non cambia idea su possibili "convergenze" con il Movimento, anche in un eventuale ballottaggio. "Non è adesso il momento di pensarci, non mi pare giusto neanche per le liste che mi stanno supportando e per gli elettori. Cominciamo ad andare bene alle elezioni, poi si vedrà", ha detto Sala a margine della suo visita alla Camera ardente con l'urna di Gino Strada.

Sala ha affermato di non conoscere Pavone: "Per questo la chiamerò come ho chiamato tutti quelle che non conoscevo. Certamente mi farà piacere conoscerla". E a chi gli ha chiesto se con la candidatura della manager è più difficile la vittoria al primo turno, Sala ha risposto: "A Milano è sempre difficile, è successo molto raramente e quindi non faccio neanche proclami e non dico dobbiamo provarci. E' importante in questo momento andare avanti per conquistare la fiducia dell'elettorato milanese. Meglio non fare alcun tipo di previsione e semmai per prudenza uno si deve mettere nell'ottica che saranno otto settimane, sei del primo turno e due del potenziale ballottaggio, che saranno impegnative e dure psicologicamente e fisicamente", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli