Milano, Sala a elettori centrodestra: pensate a voto disginto

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 set. (askanews) - "La destra c'è, c'è un elettorato conservatore e di centrodestra, è un elettorato a cui io magari mi rivolgo anche perché esiste anche ed è nelle regole democratiche il voto disgiunto". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, rispondendo a chi gli ha chiesto se fose stato colpito o meno da piazza Duomo piena sabato scorso durante il comizione della leader di Fdi, Giorgia Meloni.

"Un sindaco - ha osservato Sala a margine della cerimonia di scoprimento di una targa in memoria di Carla Fracci - te lo tieni per cinque anni, non esiste se non in casi rarissimi che un sindaco si dimetta, non può essere licenziato, se non sindaco smette di fare un sindaco torni a elezioni. Quindi i cinque anni prossimi saranno non dico i più delicati per Milano perché saranno sempre delicati, ma saranno gli anni dei fondi del Pnrr, del rilancio dell'uso del Pnrr, servono persone competenti. Quindi io dico anche agli elettori del centrodestra che 'c'è anche il voto disgiunto, quindi pensateci'".

"Fratelli d'Italia ha un grande consenso anche a Milano e questo è evidente, lo vediamo anche dai sondaggi che abbiamo, ma è naturale. Il centrodestra alla fine negli anni ha confermato una presenza significativa a Milano, poi magari c'è spostamento tra i partiti che lo rappresentano, quindi se si vedono gli ultimi 10 anni, tra Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia si vede uno spostamento" ha aggiunto il sindaco sottolineando che non considererebbe "assolutamente" un fallimento andare al secondo turno piuttosto che vincere al primo turno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli