Milano, Sala: moderati mi votino se non per le idee per dedizione

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 ago. (askanews) - Vincere al primo turno "non sarà facile" e ora lo sforzo è concentrato nel "portare i miei a votare" e convincere "l'elettorato moderato e conservatore". Lo ha detto il sindaco uscente di Milano Beppe Sala, rispondendo alle domande i cronisti in un punto stampa in via Paolo Sarpi.

Il ballottaggio, ha detto Sala, "a Milano è la norma: è chiaro che un candidato sindaco uscente deve provare a cercare di vincere al primo turno. Non lo reputo facile, per cui credo che il grosso del mio sforzo in questa campagna pur breve sarà prima di tutto di chiamare i miei ad andare a votare. E poi io penso che ci possa essere un elettorato moderato, conservatore che possa guardare con fiducia al fatto che... sono una persona che da 12 anni fa la sua parte per Milano", anche se "posso non piacere integralmente". "Io mi rivolgo a tutti quelli che - ha ripetuto - magari non apprezzano tutte le mie idee però apprezzano la mia dedizione per Milano. Quindi la mia campagna sarà chiamare i miei a votare, non voglio che il mio elettore tipo abbia la sensazione che sia facile, perché non lo è. Storicamente non lo è mai stato. Però guardo anche a un elettorato moderato che può non riconoscersi dal fronte rappresentato dal mio principale avversario".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli