Milano, Sala: propongo tre confronti, ma con tutti i candidati

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 31 ago. (askanews) - "Tutti sono candidati e quindi quando l'incontro si farà dovranno esserci tutti i candidati. Non è un problema tra me e il dottor Bernardo, ma va dato spazio a tutti i candidati perché queste è la democrazia, quindi aspettiamo questo weekend e vediamo se chi ha detto di volersi candidare ha raccolto le firme e poi cominceranno i confronti". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a proposito dei confronti con gli altri candidati sindaco alle elezioni del 3 ottobre. "Io propongo tre confronti e lascio agli altri la scelta sia del luogo sia dei temi" ha aggiunto.

Quanto al candidato del centrodestra, Luca Bernardo, che sollecita un confronto, Sala ha commentato: "Trovo un po' buffo che mentre il portavoce del dottor Bernardo chiama il mio portavoce il dottor Bernardo si lamenta del fatto che io non lo ascolto. Possiamo metterci a parlare io e lui, ma si stanno parlando i portavoce. In secondo luogo io mica fuggo dai confronti, ci mancherebbe, anzi siccome è cinque anni che sto facendo questo mestiere è chiaro che avrei tanto da dire, ma c'è anche un principio generale: non è che ci sono candidati di serie A e di serie B" ha aggiunto ribadendo la necessità di confronti con tutti i candidati.

"Tutti hanno diritto di parola, poi, come successo con Parisi, se si va al ballottaggio diventa un confronto a due" ha concluso confermando l'idea di non volere faccia a faccia a due al primo turno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli