Milano, Sala: soglia esenzione Irpef, comune rinuncia a 14mln

Mch

Milano, 17 gen. (askanews) - L'innalzamento della soglia di esenzione per l'addizionale comunale dell'Irpef a Milano coinvolgerà "oltre 45mila cittadini. Per il Comune significa rinunciare a circa 14 milioni di euro di introiti, uno sforzo importante. Dico subito, però, che per l'anno prossimo vorremmo fare ancora di più, se le risorse a disposizione ce lo consentissero". Lo ha rivelato su Facebook il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dopo aver firmato a Palazzo Marino con i sindacati l'accordo per l'innalzamento della soglia di esenzione dall'addizionale comunale Irpef.

La soglia passa da 21mila a 23mila euro e il suo innalzamento, ha rivendicato Sala, era "un impegno che avevo preso con chiarezza in campagna elettorale e i cittadini milanesi devono sapere di poter contare su un sindaco che mantiene le sue promesse".

Sala ha detto che la scelta di Palazzo Marino "è frutto di un percorso condiviso e ringrazio i sindacati per la loro azione di stimolo. Nelle diverse sensibilità, condividiamo alcune priorità per Milano, che cresce ma deve anche affrontare sfide fondamentali: la lotta all'inquinamento, il contrasto alle disparità sociali e la questione casa. Ne sono convinto: da un confronto costruttivo possono nascere risposte concrete ai cittadini", ha concluso il sindaco.