Milano, scoperta targa in memoria di Fracci sotto casa Calvairate

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 set. (askanews) - "Qui visse dal 1945 al 1959 e mosse i primi passi di danza Carla Fracci, tra le più grandi ballerine del ventesimo secolo, dai cortili di Calvairate al Teatro alla Scala fino ai palcoscenici di tutto il mondo". È la scritta che compare sulla targa, scoperta stamani dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, all'ingresso della casa popolare di via Tommei 2, quartiere Calvairate, dove la ballerina visse con la sua famiglia.

"Nei miei cinque anni da sindaco - ha osservato Sala - ho assistito a tanti giorni in cui milanesi illustri ci hanno lasciato, ma mai ho visto manifestazioni di così tanto affetto come per Carla Fracci. Un affetto che dobbiamo restituire. Lo abbiamo fatto con il funerale, con il tram a lei dedicato, poi ci sarà il suo nome al famedio e un altro segno è questo. Era una persona delicata, attenta e gentile, più milanese non si può. Ci ha dato tanto e le restituiremo tanto".

In quell'appartamento dove abitavano i Fracci, ha ricordato il marito Giuseppe Menegatti, "non sono mai salito, c'era un senso di assoluto rispetto, ma dalla Scala a fine prove si prendeva il tram insieme e si scendeva qui, fino alle panchine qui vicino, a volersi bene e a nascondersi da occhi indiscreti. Ci si incontrava alle prove alla Scala con avallo di maestri straordinari come Leonide Massine, assistente di Luchino Visconti. Milano è questa, con il cuore in mano. Quando sono partito da Firenze mi dissero 'ti troverai benissimo perché è la capitale sentimentale d'Italia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli