Milano, sei arresti in una settimana per spaccio di droga

Mda
·3 minuto per la lettura

Milano, 21 nov. (askanews) - Sei persone sono state arrestate per spaccio di droga a Milano nell'ultima settimana. Le operazioni, condotte dalla squadra mobile del capoluogo lombardo, sono avvenute in diverse zone dalla città , tra cui Mecenate, Quarto Oggiaro, Lambrate e Greco Turro. Lunedì scorso è stata arrestata una cittadina italiana di 27 anni per spaccio e detenzione di eroina. Gli agenti, transitando in viale Brenta, avevano notato la ragazza camminare con passo svelto e hanno deciso di monitorarne i movimenti. La donna era già stata fermata tre volte nel mese di luglio per spaccio di eroina. Poco dopo, la donna ha ceduto a due cittadini italiani 2 grammi di sostanza stupefacente. La perquisizione personale ha permesso di sequestrare ulteriori 2 dosi di eroina e 170 euro provento dello spaccio. Nella stessa giornata, i poliziotti hanno arrestato un cittadino italiano 24enne in zona Quarto Oggiaro. Fermato per un controllo in via Lopez, il giovane è stato trovato in possesso di 2 grammi di hashish in tasca e altri 5 occultati nelle mutande mentre, all'interno della sua abitazione, sono stati sequestrati altri 30 grammi. Il giovane, con precedenti specifici e reati contro il patrimonio, è stato giudicato per direttissima all'esito della quale è stato posto agli arresti domiciliari. Martedì, nell'ambito di un servizio antispaccio in zona Lambrate, è stato controllato un cittadino italiano di 29 anni. La perquisizione, estesa in due diverse abitazioni di cui aveva la disponibilità, ha permesso di rinvenire mezzo kg di hashish, 2 mila euro in contanti, macchine sottovuoto per il confezionamento della sostanza e bilancini di precisione. Nella giornata di mercoledì a finire in manette due cittadini cinesi con precedenti alle spalle legati allo spaccio. Gli agenti della Squadra Mobile, nell'ambito di un servizio di controllo in zona Greco Turro, ha notato un uomo di 21 anni uscire da uno stabile nei pressi di Viale Fulvio Testi il quale si guardava intorno con il cellulare in mano, dando l'impressione di essere in attesa di qualcuno. Il cittadino cinese era già noto agli agenti perché denunciato nel mese di giugno per la detenzione di 4 gr di shaboo occultati all'interno dell'autovettura che stava guidando. Gli agenti hanno quindi deciso di procedere a controllo dell'uomo che, alla vista dei poliziotti, ha cercato di cambiare percorso ma è stato immediatamente fermato e trovato in possesso di una bustina contenente 10 gr di shaboo occultati nella tasca del giubbino. Chiesto dove abitasse ha fornito delle risposte vaghe. Tuttavia gli agenti sono tornati nello stabile dal quale è stato visto uscire e dopo minuziose ricerche hanno accertato che lo straniero condivideva una stanza con un connazionale. Quando sono entrati nell'appartamento, il 26enne connazionale era seduto davanti ad una scrivania ove erano appoggiati circa 2mila euro in contanti. All'interno dell'armadio è stata trovata una scatola in plastica con 200 gr di shaboo, dentro una cassettina in metallo altri 5 gr di shaboo, un bilancino di precisione e delle buste per il confezionamento della droga e, all'interno di un secondo armadio altri 100 gr di shaboo. I due cittadini cinesi, entrambi con precedenti specifici, sono stati arrestati. Venerdì, infine, è stato arrestato un cittadino marocchino di 46 anni fermato dopo avere ceduto una dose di cocaina ad una cittadina italiana 53enne e trovato in possesso di ulteriori 6 involucri di cocaina pronti per essere venduti.