Milano, sparatoria a Baggio: tre arresti per tentato omicidio

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 19 dic. (askanews) - La polizia ha arrestato a Milano tre uomini, un 23enne, un 28enne e il fratellastro 19enne, ritenuti responsabili del tentato omicidio nei confronti di un 25enne avvenuto nelle prime ore del 5 luglio scorso, nel quartiere milanese di Baggio: in quella occasione, per errore, rimase ferito anche un 32enne, amico del 25enne.

Gli agenti della Sezione omicidi della Squadra Mobile di Milano, coordinati coordinati dal pm Nicola Rossato e dal procuratore aggiunto Laura Pedio, hanno accertato, anche grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza, che i tre ragazzi, dopo essersi procurati due armi comuni da sparo, una pistola semiautomatica calibro 30 Luger 7,65 e un'altra arma semiautomatica calibro 9X21, avevano raggiunto, a bordo di una Fiat Punto via Creta, quartiere Baggio, appostandosi all'altezza del civico 19 per attendere la vittima designata.

Una volta avvistato il loro coetaneo che in compagnia di tre amici stava uscendo di casa, avevano esploso, ad altezza uomo, almeno 12 colpi d'arma da fuoco. Per errore, avevano colpito, al posto del venticinquenne che era riuscito a mettersi in salvo rientrando in casa, un suo amico di trentadue anni, che era rimasto ferito al calcagno sinistro.

Individuato anche il movente dell'agguato: un diverbio tra le due fazioni, verosimilmente passato alle vie di fatto, sorto la stessa notte, alcune ore prima della sparatoria, in un locale in via Novara, nel quartiere di San Siro. Gli autori del tentato omicidio sono stati arrestati nelle rispettive abitazioni, tutte nel quartiere Baggio, con l'accusa di tentato omicidio e lesioni gravi e aggravate. Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati i rispettivi cellulari, che verranno esaminati, oltre a munizionamento a salve.