Milano, striscione provocatorio FN nel giorno in cui parla ... -2-

Alp

Milano, 5 nov. (askanews) - In una nota, Forza Nuova spiega di aver affisso lo striscione presso il municipio 6, perché "teatro dello scandalo che ha coinvolto il 'Comitato autonomo abitanti Barona' che, in cambio di soldi e partecipazione alle manifestazioni antifasciste, occupava le case popolari in favore di immigrati". I neofascisti fanno riferimento all'ordinanza di di misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Milano notificato dalla polizia il 30 ottobre scorso a cinque esponenti del collettivo antagonista attivo nella "lotta per la casa" nel popolare quartiere milanese.

Il bersaglio del provocatorio striscione sarebbe quindi solo il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che "non ha proferito parola su questo scandalo", e che i forzanovisti accusano di essere "promotore del vero clima d'odio (...) contro il popolo fieramente italiano e i patrioti", "a spese dei cittadini italiani".