Dinamo Zagabria-Atalanta: scontri vicino San Siro

webinfo@adnkronos.com

E' di 12 feriti lievi il bilancio degli scontri avvenuti nei pressi dello stadio San Siro di Milano prima della partita di Champions League fra Dinamo Zagabria e Atalanta. Nelle vicinanze dei cancelli 4 e 7, riferisce la polizia, si sono verificati alcuni momenti di contatto fra piccoli gruppi di ultras croati e la tifoseria dell'Atalanta. Al termine degli scontri, subito sedati, sono rimasti lievemente feriti cinque atalantini, fra i 30 e i 40 anni, di cui quattro medicati sul posto e uno che si è presentato all'ospedale San Carlo autonomamente. Quattro tifosi della squadra bergamasca che si dirigevano in auto allo stadio sono stati aggrediti in via Don Gnocchi: un 14enne e un 50enne hanno riportato ferite lievi, mentre un ventunenne è trattenuto in ospedale in codice verde. Hanno inoltre riportato lievi ferite quattro tifosi croati che avevano tentato di scavalcare le delimitazioni del parcheggio ospiti. 

Tre croati sono stati colpiti da Daspo questa mattina perché trovati in possesso di oggetti atti ad offendere e fumogeni durante il controllo al casello. Altri sei sono stati denunciati allo stadio e colpiti da Daspo sempre perché in possesso di fumogeni. Altri 150 tifosi croati privi di biglietto sono stati tenuti all’esterno dello stadio. Nel pomeriggio un corteo di oltre 3.500 tifosi croati, monitorati per tutta la mattinata in varie zone del centro cittadino, è stato condotto al Meazza senza problemi e danni lungo il percorso, chiuso al traffico.