Milano, tre presidi protesta: traffico in tilt in zona Centrale

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 apr. (askanews) - Gli ambulanti in piazza Duca d'Aosta, gli operatori dei bus turistici tra via Tonale, viale Zara e via Melchiorre Gioia, i lavoratori di Alitalia in presidio in via Filzi 22 davanti al Consiglio regionale della Lombardia. Mattinata intensa e traffico in tilt nella zona della stazione Centrale di Milano per la concomitanza di tre diverse iniziative di protesta per la crisi per il Covid del settore del merchandising ambulante e dello "street food", del turismo, oltre che per la delicata situazione della compagnia di bandiera in attesa di rilancio.

Secondo la questura, all'iniziativa organizzata dagli ambulanti hanno aderito circa 300 persone che si ritrovate questa mattina in piazza Duca d'Aosta davanti alla Centrale, dopo aver lasciato i loro mezzi in via Vittor Pisani. Una quarantina di bus e pulmini turistici sono invece fermi tra via Tonale, viale Zara e via Melchiorre Gioia, mentre una delegazione composta da una 20ina di operatori ha tentato invano di essere ricevuta a Palazzo Lombardia. Infine i lavoratori di Alitalia che, nell'ambito di una mobilitazione nazionale, si sono ritrovati in circa un centinaio in presidio sotto la sede della Giunta regionale.

In una nota, il consigliere comunale e regionale della Lega, Massimiliano Bastoni, ha annunciato che alle 15 "accompagnerà una delegazione di ambulanti dal prefetto Saccone con una serie di proposte per la riapertura delle loro attività". Per questo il presidio degli operatori di mercati e fiere potrebbe spostarsi verso quell'ora nella centrale piazza Tricolore.