Milano, Trenord: in città metropolitana 924mila posti a sedere

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 dic. (askanews) - "Una campagna mediatica senza basi scientifiche ha decretato che i mezzi pubblici sono pericolosi e fonte di contagio. Ma ci sono numerosi studi internazionali che dimostrano come questo non sia assolutamente vero". Lo ha detto, incontrando la stampa alla stazione di Milano Cadorna, l'amministratore delegato di Trenord Marco Piuri, che ha poi ricordato l'impegno dell'azienda per garantire, in vista di gennaio, la massima operatività possibile del sistema.

Nella città metropolitana, spiegano da Trenord, nei giorni feriali sono operativi 1.619 treni che effettuano 10.712 fermate e offrono 924mila posti a sedere. Già a partire dall'introduzione dell'orario invernale, lo scorso 13 dicembre, sull'intero territorio lombardo Trenord ha potenziato il servizio, con 2.150 treni e oltre 180 corse con bus. Mezzi sui quali rimane in vigore il limite del 50% della capienza totale (non dei posti a sedere, ma della capienza per cui il convoglio è omologato): per questo l'azienda di trasporti fa sapere di avere rinforzato le composizioni arrivando a offrire 1 milione e 41mila sedili, circa 21mila in più del 2019.

Il tema dell'affolamento nelle ore di punta però rimane, e per questo Trenord, insieme ad Atm ha ribadito l'importanza di rimodulare gli orari dell'intera città e, di conseguenza, anche della fruizione dei treni e dei mezzi pubblici.