Milano, vigili aggrediti per accertamento sanitario obbligatorio

Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 20 nov. (askanews) - Due agenti della polizia locale di Bresso, alle porte di Milano, sono stati accoltellati ieri durante un accertamento sanitario obbligatorio ad un cinquantenne. Per questo l'assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale della Regione Lombardia, Riccardo De Corato, si è recato questa mattina al Comando locale dei vigili urbani in modo da poter esprimere solidarietà a nome del presidente Fontana e di tutta la Giunta. All'incontro erano presenti il Sindaco Simone Cairo, l'assessore all'Istruzione Cristina Dimasi, il comandante della Polizia locale, Maria Assunta Colangelo, diversi agenti tra i quali anche due dei quattro in servizio ieri rimasti illesi. "Spero che gli agenti feriti, ai quali non ho potuto far visita per le restrizioni Covid, possano presto riprendersi ed auguro loro una pronta guarigione - ha sottolineato De Corato. Una legge della Regione Lombardia prevede il rimborso delle spese mediche per i vigili in caso di danni permanenti. Ma ovviamente spero non sia il caso". "Colgo l'occasione - ha concluso De Corato - per ricordare quanto sia importante il ruolo della Polizia locale che presidia il nostro territorio in maniera capillare. Ringrazio tutti gli agenti in servizio presso i Comandi della Lombardia per il lavoro che quotidianamente svolgono, ancor più prezioso nel difficile periodo che stiamo vivendo".