A Milazzo raccolti 2.000 kg di pneumatici fuoci uso in mare

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 giu. (askanews) - Marevivo ed EcoTyre continuano il loro viaggio alla ricerca di PFU-Pneumatici Fuori Uso a terra e in mare e sono sbarcati a Milazzo, più precisamente a Baia del Tono. La terza tappa dell'iniziativa "PFU Zero" sulle coste italiane 2021, patrocinata dal Ministero della Transizione Ecologica, è stata un successo: EcoTyre ha portato via da Milazzo complessivamente 2.000 kg di PFU (circa 25 pezzi) che giacevano sul fondo del mare e che sono stati recuperati grazie alle operazioni dei diving Blunauta Diving Center e Aquatica con il supporto della M/B Maestrale di Mare Pulito Srl.

Il viaggio di Marevivo ed EcoTyre continua: dopo Pantelleria, La Maddalena e Milazzo sarà la volta di Marsala, Cefalù, Cagliari, Lampedusa, Ustica, Chioggia e Sapri.

I PFU sono rifiuti che se lasciati in natura sono classificati come permanenti, cioè non si deteriorano, rimangono lì in mare o in natura per centinaia di anni. Se ben gestiti, invece sono riciclabili al 100%.

"Siamo ormai giunti all'ottava edizione di 'PFU Zero' sulle coste italiane, un'iniziativa a favore dell'ambiente e della salvaguardia del mare grazie alle raccolte realizzate con il prezioso contributo dei volontari di Marevivo, che ringraziamo. I PFU raccolti a Milazzo - ha commentato Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre - saranno portati presso l'impianto di uno dei nostri partner e opportunamente riciclati. Non tutti sanno che come per il vetro o per la carta anche da un vecchio pneumatico può rinascere una gomma nuova: grazie al nostro progetto di Ricerca & Sviluppo "Da Gomma a Gomma", infatti, vogliamo completare il ciclo della circolarità della gomma, impiegando gomma devulcanizzata, direttamente derivante da PFU, in nuove mescole di gomma utilizzabili per la produzione di pneumatici e altri prodotti. I PFU che giacevano sul fondo di Baia del Tono, quindi, saranno sicuramente reimmessi in questo ciclo virtuoso".

"Abbiamo ricevuto un'accoglienza calorosa e assistito ad una grande dimostrazione di collaborazione grazie al supporto della Capitaneria di Porto e del Comandante Enrico Arena, con il supporto tecnico della m/n di MarePulito e dei sabacquei dei diving Blunauta e Acquatica coordinati da Mauro Alioto. Hanno presenziato alla manifestazione il sindaco Pippo Midili ed il presidente dell'AMP di Capo Milazzo Giovanni Mangano", ha spiegato da parte sua Carmen di Penta, direttrice generale di Marevivo. "Le attività di educazione ambientale condotte da EcoTyre hanno coinvolto tantissimi studenti di tutte le età, ottenendo già i primi risultati significativi: in seguito alla prima lezione, infatti, un giovane studente dell'Istituto Nautico di Milazzo ha voluto a sua volta fare lezione agli studenti della scuola arrivati subito dopo, dimostrando che sensibilizzare le nuove generazioni sull'importanza di tutelare il nostro Pianeta è l'unico modo per formare degli adulti più attendi e rispettosi dell'ambiente, messaggio che Marevivo porta avanti da anni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli