Milioni di dati rubati

·2 minuto per la lettura
T-Mobile
T-Mobile

I dati personali di milioni di clienti T-Mobile Us sono stati rubati dagli hacker in Usa. Tra questi nomi, date di compleanni e numeri di previdenza sociale. Lo ha annunciato l’operatore di telecomunicazioni.

T-Mobile, attacco hacker Usa: rubati milioni di dati

T-Mobile ha annunciato che c’è stato un attacco hacker e milioni di dati dei clienti sono stati rubati. Tra questi nomi, date di compleanni e numeri di previdenza sociale. L’operatore di telecomunicazioni sta indagando per cercare di capire chi ha effettuato questo attacco. Come riferito dal Washington Post, gli autori dell’attacco informatico sono riusciti ad accedere alle informazioni personali di circa 7,8 milioni di clienti attuali e complessivamente di 40 milioni di persone se si aggiungono i clienti precedenti e quelli potenziali. Si tratta di un attacco davvero molto forte che sta coinvolgendo tantissime persone, a cui sono stati sottratti dei dati davvero molto importanti.

T-Mobile, attacco hacker Usa: la dichiarazione

È importante sottolineare che nessun numero di telefono, numero di conto, Pin, password o informazioni finanziarie è stato compromesso in nessuno di questi file di clienti o potenziali clienti” ha dichiarato T-Mobile, operatore di telecomunicazioni, in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web. Hanno, dunque, confermato che non sono state compromesse informazioni finanziarie dei clienti, che sono sicuramente i dati più importanti in assoluto. Nonostante questo moltissime altre informazioni sono state rubate, per questo è stato immediatamente lanciato l’allarme.

T-Mobile, attacco hacker Usa: non è la prima volta

T-Mobile ha annunciato l’attacco hacker lunedì 16 agosto. “Prendiamo molto sul serio la protezione dei nostri clienti e continueremo a lavorare 24 ore su 24 su questa indagine forense per assicurarci di prenderci cura dei nostri clienti alla luce di questo attacco dannoso” sono state le parole della società. Non è la prima volta che l’operatore di telecomunicazioni viene preso di mira. Nel 2019, la società aveva spiegato che alcuni malintenzionati avevano avuto accesso ai dati di alcuni account wireless prepagati. Nomi, numeri di telefono e indirizzi di fatturazione erano tra i dati rubati nell’attacco hacker, ma la società anche in quell’occasione aveva dichiarato che nessun dato finanziario era stato compromesso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli