Milite Ignoto, Cardini: "Errore macroscopico, assurdo che non se ne siano accorti subito"

·1 minuto per la lettura

“E’ un errore talmente macroscopico che trovo assurdo che non se ne siano accorti immediatamente. Quanto tempo è passato prima che ritirassero la cartolina? Anche pochi secondi sarebbero troppi”. Lo storico Franco Cardini commenta con l’Adnkronos la gaffe della presidenza del Consiglio che, per commemorare il centenario del Milite Ignoto, ha pubblicato nei suoi canali istituzionali una cartolina, successivamente ritirata, nella quale comparivano dei soldati, probabilmente americani, con l’uniforme della II Guerra Mondiale e non della Prima, con, sullo sfondo, una vaga cartina geografica della Colombia o della Penisola Iberica, certamente non dell’Italia. L’errore del contesto storico-geografico ha sollevato le critiche da parte di Fratelli d’Italia, che ha annunciato un’interrogazione “per rintracciare i responsabili di questa sciatteria”.  

GUARDA ANCHE - Milite Ignoto, al via celebrazioni del centenario

“Errori come questi, nella fattispecie della Presidenza del Consiglio – prosegue Cardini - sono una prova in più del livello e della coscienza culturali che regolano le nostre istituzioni. Non so quanto questa immagine sia rimasta online, ma non credo che possa passare inosservata, anzitutto da parte di coloro che l’anno pubblicata, che devono possedere un minimo di istruzione".  

"Invece - dice ancora - la cosa che salta agli occhi è una desolata presa di coscienza del livello delle persone preposte a funzioni importanti nella vita pubblica. Cose come questa accadono specialmente su internet – ammette lo storico - ma così come ci accorgiamo subito che un risultato non corrisponde a ciò che stavamo cercando in rete, allo stesso modo qualcuno avrebbe dovuto accorgersi alla fonte e in tempo che le divise rappresentate erano incompatibili con quelle della I Guerra Mondiale”.  

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli