Milite Ignoto: Serracchiani, 'occasione per ribadire unità e volontà di pace'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 ott. (Adnkronos) – "Nel nome del Milite ignoto si riassumono gli enormi sacrifici profusi da un popolo per diventare Nazione, per crescere nella dignità operosa del lavoro. L’ultimo atto del Risorgimento italiano non è stata una glorificazione ma un composto viaggio di consacrazione civile, una meditazione collettiva e un riconoscersi forti nel dolore. Ritrovarci qui un secolo dopo nella simbolica Aquileia significa rifare nostro il senso dell’essere italiani uniti e ribadire una volontà di pace che ci appartene alle radici. Ripensare al nostro passato e alle prove terribili superate ci dà fiducia nelle energie civili e morali di un Paese che non si rassegna e tanto meno si arrende”. E’ la riflessione della presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, oggi ad Aquileia (Udine) in occasione dei 100 anni del Milite ignoto, celebrati con il treno della Memoria che parte oggi dalla stazione di Cervignano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli