Millennials acquista il 16% di Cuc Bio, la startup romana che porta cibo bio dal contadino alla tavola

·1 minuto per la lettura

Si chiama Cuc Bio, la startup romana che ha attirato l'attenzione del Gruppo Millennials SpA che ha deciso di acquisirne il 16% delle quote, confermando la vocazione agli investimenti su startup in fase early stage e early growth.

La mission di Cuc Bio è accorciare la filiera tra produttore e consumatore assicurando il massimo della qualità, garantendo la catena del freddo e cercando di sfatare il falso mito che bio sia sinonimo di costoso.

A dare l'annuncio è la stessa Millennials SpA, società leader nella tecnologia innovativa e già azionista della NS12 SpA, che punta ad essere un riferimento importante nel panorama italiano della digital economy e dell'open innovation. Il vicepresidente esecutivo del Gruppo Millennials, Roberto Ruggerone, ha spiegato: “L'investimento in Cuc Bio è fonte di grande orgoglio e sancisce l'ingresso del Gruppo anche nel mercato del Food Tech. Il Gruppo Millennails sarà inoltre partner tecnologico ed operativo con l'obiettivo di consolidare il posizionamento  della startup sul territorio nazionale.”

I founder di Cuc Bio, Luigi Sciacca e Santa di Pierro, affermano: “Per la nostra realtà l'ingresso di un player come il Gruppo Millennials è la conferma della bontà del lavoro fatto fino ad ora e punto di svolta per lo sviluppo della nostra startup. Ci auguriamo inoltre che questa partnership ci aiuti a trasmettere il messaggio di quanto sia una scelta radicale per la salute acquistare direttamente dai produttori e di quanto sia anche economicamente competitivo, essendo un processo di spesa che punta ad azzerare gli sprechi”.