Milleproroghe, bozza di 37 articoli, prorogate Agcom e Privacy

Luc

Roma, 19 dic. (askanews) - Arriva una proroga ulteriore per i vertici dell'Autorità garante delle comunicazioni e per l'autorità garante della privacy. Nella bozza del decreto Milleproroghe - 37 articoli in tutto - che dovrebbe approdare in consiglio dei ministri sabato mattina, infatti, vengono prorogati "fino a non oltre il 31 marzo del 2020", prorogando di altri tre mesi la scadenza delle due autority.

Nello stesso articolo del decreto, l'articolo 2, è prevista anche una norma che riguarda l'Autorità nazionale anticorruzione la cui presidenza è rimasta vacante dopo le dimissioni di Raffaele Cantone: "In caso di vacanza dell'incarico del Presidente ovvero nei casi di assenza o impedimento dello stesso, l'esercizio di tutte le funzioni previste dalla legge è attribuito al componente del Consiglio con maggiore anzianità nell'ufficio ovvero, in mancanza, al componente più anziano di età", stabilisce la norma del Milleproroghe.