Milleproroghe, Fassina: basta colpire tassisti, no emendamenti

Adm

Roma, 25 gen. (askanews) - Non sono accettabili emendamenti al decreto Milleproroghe che puntino a colpire i tassisti. Lo dice il deputato di Leu Stefano Fassina: "Basta incursioni improvvise e improvvisate sulle regole per il trasporto pubblico non di linea. Lo scorso anno, dopo un lungo confronto, si era raggiunto un equilibrio che riconosceva la necessità di salvaguardare le specificità dei taxi e quindi di regolamentare adeguatamente sia le piattaforme tecnologiche tipo Uber sia il noleggio con conducente".

Aggiunge Fassina: "Non si è voluto dare protezione corporativa a qualcuno, ma evitare ulteriore svalutazione del lavoro e della qualità del servizio. Invece, puntuali anche quest'anno, arrivano emendamenti al decreto Milleproroghe per rimettere indietro gli orologi e riaprire varchi per la concorrenza al ribasso sulla dignità del lavoro e sulla qualità del servizio. Il nostro no sarà chiaro e forte".