Milleproroghe, Fi: 90 mln per continuità territoriale Sardegna

Pol/Bac

Roma, 14 feb. (askanews) - "Novanta milioni per la continuità territoriale della Sardegna". E' la richiesta contenuta nell'emendamento presentato dal deputato e coordinatore di Forza Italia, Ugo Cappellacci, al decreto mille proroghe.

"Le dichiarazioni di principio - prosegue - non fanno volare gli aerei, servono i fatti. Sul piano politico ribadiamo la necessità che il Governo sostenga il diritto della nostra isola ad avere collegamenti aerei con il resto del territorio nazionale, e non solo, richiamando Bruxelles al rispetto delle sue stesse norme: il regolamento 1008/2008 dichiara che la continuità può essere realizzata quando le rotte sono essenziali per lo sviluppo economico e sociale della Regione interessata".

"C'è qualcuno che può mettere in dubbio l'esistenza di questa condizione per un'isola? Dobbiamo fare un disegno. Uno Stato che si rispetti deve anche garantire che non ci sia una Regione isolata: persone e merci devono poter circolare liberamente e il fatto che accada o meno è una questione nazionale. Ecco perché, esattamente come lo Stato provvede a garantire i collegamenti viari e ferroviari per altre Regioni, ha il dovere di garantire pari condizioni per le regioni insulari. La nostra proposta è stanziare un contributo di 90 milioni di euro per garantire il diritto alla mobilità dei sardi e anche la possibilità di raggiungere la nostra terra a chi la ama o la deve raggiungere per ragioni di lavoro o imprenditoriali. Quando c'è un emendamento si vota a favore o contro. Chi dovesse farlo cadere solo per ragioni di schieramento non faccia finta di non aver capito o non tenti di travisare la realtà. Le dichiarazioni a mezzo stampa non servono a nulla se poi nelle aule parlamentari si fa l'esatto opposto", conclude Cappellacci.