Milleproroghe, Iv mette a verbale suo no su concessioni in Cdm

Luc

Roma, 21 dic. (askanews) - La delegazione di Italia Viva in Consiglio dei ministri ha fatto mettere a verbale il suo no alle norme sulle concessioni contenute nel decreto milleproroghe. Lo spiegano fonti di governo di Iv al termine del Cdm.

Riguardo all'articolo 33 della bozza di decreto che prevedeva che fosse l'Anas, in attesa dell'espletamento di una nuova gara, a gestire le strade nel caso di "revoca, di decadenza o di risoluzione di concessioni di strade o di autostrade, ivi incluse quelle sottoposte a pedaggio", fonti di Iv spiegano che le ministre Teresa Bellanova e Elena Bonetti hanno ribadito un principio di civiltà giuridica che non si cambiano regole in corso d'opera: l'effetto sugli investimenti internazionali sarebbe stato peggiore dell'emendamento sull'Ilva.

Le ministre hanno messo a verbale il loro dissenso anche sulla parte innovazione digitale.