Milva, la figlia: "Non è morta di Covid, capiva tutto". La camera ardente al Piccolo Teatro Strehler di Milano

·1 minuto per la lettura
Milva (AP Photo/Keystone, Niklaus Stauss)
Milva (AP Photo/Keystone, Niklaus Stauss)

"Mamma non è morta per colpa del Covid. Soffriva di una malattia neurologica e degenerativa, non Alzheimer, ma capiva tutto e poteva gioire». A parlare è Martina Corgnati, la figlia di Milva, la grande cantante italiana dai capelli rossi morta a 82 anni. La camera ardente sarà allestita nel foyer del Piccolo Teatro Strehler martedì 27 aprile, dalle 9 .30 alle 13.30. I funerali saranno in forma strettamente privata.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Addio a Milva, grande voce italiana da Sanremo a Strehler

LEGGI ANCHE: Addio Milva, l'ultimo saluto degli artisti sui social

Martina le è sempre stata vicina, fino all'ultimo. Sua madre riusciva a comunicare con lei. "Riusciva comunque a capire e a gioire", ha raccontato in una intervista, "mamma era rigorosa sul lavoro, cercava sempre l’eccellenza. Temeva sempre di non essere all’altezza del ruolo. L'età per lei era un problema fino a un certo punto . La diceva in televisione o in altre occasioni pubbliche".

LEGGI ANCHE: Addio a Milva, è morta la storica "Rossa" della canzone italiana

"Per lei musica era darsi fino in fondo", ha detto ancora la figlia di Milva, "aveva molti amici, come Enrico Ruggeri con cui duettò a Saremo nel 2007. Quando lavoro penso a lei, alla sua coerenza e alla sua passione. Amare la bellezza, amarla fino in fondo senza riserve".

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Chi è Milva

LEGGI ANCHE: Milva, la Pantera non ruggisce più: la 'Rossa' fra musica e teatro, tango e poesia