Milva, l’intervista a Martina Corgnati

·2 minuto per la lettura
Milva
Milva

La figlia della cantante e attrice teatrale italiana Milva, Martina Corgnati, ha scelto di rivelare la patologia della quale la madre soffriva da anni, negando che il coronavirus abbia avuto un ruolo nel determinare la scomparsa dell’artista.

Milva, la figlia Martina Corgnati svela la sua malattia

La critica d’arte Martina Corgnati, figlia di Milva e del produttore discografico Maurizio Corgnati, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera commentando la morte della madre, avvenuta nella giornata di sabato 24 aprile. In questo contesto, ha rivelato la natura della malattia che da anni affliggeva la “rossa” della canzone italiana.

In relazione al decesso della cantante, infatti, Martina Corgnati ha spiegato: “Mia madre Milva non è morta per Covid, ma di una malattia neurologica e degenerativa che non era però Alzheimer. Una patologia forse legata alla vita intensa e ricca di impegni e sfide artistiche continue, a una specie di stanchezza antica e profonda».

Una volta diagnosticata la malattia, la figlia della “pantera di Goro” ha assistito la madre, aiutata dalla segretaria Edith. In merito alle sue condizioni, tuttavia, ha raccontato: “Nonostante i numerosi problemi di varia natura riusciva comunque a capire e a gioire. L’intervista del Corriere per i suoi 80 anni l’aveva riempita di gioia».

Martina Corgnati, il ricordo della madre Milva

Martina Corgnati, poi, ha ricordato i valori che la madre le ha sempre cercato di insegnarle, ammettendone però anche le vulnerabilità più profonde: “Mia madre era esigente prima di tutto con se stessa. Temeva la mediocrità e la superficialità – e aggiunge – aveva paura in continuazione. Temeva sempre di non essere all’altezza del ruolo”.

Infine, la figlia di Milva, per sempre simbolo e grande icona della musica italiana, ha voluto ribadire il forte legame che condivideva con la madre, considerata un modello di vita. A questo proposito, ha dichiarato: “Quando lavoro penso a lei, alla sua coerenza e alla sua passione. Amare la bellezza, amarla fino in fondo senza riserve”.

I funerali della “pantera di Goro” si terranno il prossimo martedì 27 aprile, come annunciato dal Piccolo Teatro di Milano.