Mimmo Lucano, revocato divieto di dimora a Riace

mimmo lucano

Nuovi aggiornamenti nella vicenda dell’ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano. Su richiesta dei suoi legali, il tribunale ha revocato l’ordinanza del Riesame che dal 16 ottobre consente a Lucano di viaggiare in tutta Italia senza però tornare a casa sua. “Ancora mi devono materialmente notificare il provvedimento e fin quando non lo vedo, non ci credo” ha detto commosso l’ex primo cittadino con un pizzico di scaramanzia nel non sbilanciarsi troppo. “Sono felice – ha poi ammesso -. Lo aspettavo da tempo, ci speravo da tempo“.

Mimmo Lucano, revocata divieto di dimora

Lucano attualmente si trova a Caulonia, a pochi chilometri da Riace, ma ancora non può accedervi. É lì a pochi minuti di auto dal paese e a breve potrà farci ritorno uscendo da quell’esilio in cui è stato costretto negli ultimi mesi. “Non so cosa farò per prima cosa, probabilmente andrò da mio padre. Voglio rivedere Riace, voglio rivedere casa mia“. Anziano e gravemente malato, infatti, il padre dell’ex sindaco è stato dimesso solo pochi giorni fa dall’ospedale dopo essere stato ricoverato a seguito di un peggioramento delle sue condizioni di salute.

Gli sviluppi

Solo pochi mesi fa, il comitato 11 giugno, che sostiene ormai da tempo Lucano, ha promosso una petizione che ha raccolto oltre 90 mila firme. In quell’appello si invocava un “gesto umanitario” del presidente della Repubblica, Mattarella, per permettere a Lucano di fare ritorno a casa e poter stare accanto al genitore malato.