MiMo, il presente e il futuro dell’auto in scena a Milano

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 giu. (askanews) - Il mondo dell'auto si mette in mostra nel centro di Milano con MiMo, il Milano Monza Motor Show che debutta sotto la Madonnina e all'Autodromo di Monza dopo il trasloco da Torino e un anno di stop causa Covid. Protagonista la mobilità sostenibile con le ultime novità elettriche e ibride esposte in una passeggiata ideale che dal Duomo va fino a Piazza Castello: 63 i brand presenti con 50 modelli l'80% elettrificato e 10 moto con 10 anteprime mondiali e 20 nazionali. Le auto sono esposte su pedane con QR code per accedere a contenuti e informazioni dedicate, mentre in Piazza Castello grazie alle colonnine Enel X è possibile provare diverse vetture elettriche prenotandosi sul sito.

"Siamo felici di essere ripartiti, è un segnale importante per tutti. Abbiamo fatto un grande lavoro di squadra per mettere a punto una manifestazione bella, appassionante e soprattutto sicura, grazie ai QR code che limitano l'interazione fra pubblico e personale. Spero che il MiMo possa essere il primo di una serie di eventi che ci riporta alla normalità", ha detto il presidente di MiMo, Andrea Levy, durante l'inaugurazione. "Sono felice che MiMo abbia scelto Milano, vedo solo del positivo in questa manifestazione. La mobilità sostenibile va oltre il discorso di auto sì o auto no, bisogna ragionare su un insieme di soluzioni per rispondere ai bisogni della grandi città. E queste manifestazioni servono anche a questo. E poi l'auto rappresenta il lavoro e noi abbiamo bisogno di lavoro. Sono sicuro che i milanesi restituiranno tutto l'entusiasmo che MiMo merita", ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Al MiMo debuttano insieme per la prima volta tutti i brand del gruppo Stellantis, con diverse pedane in Piazza Duomo e tutta la gamma elettrificata sul ponte levatoio del Castello Sforzesco disponibile per test drive. "È un grande onore e piacere esser qui e poter esporre tutta la nostra gamma elettrificata su cui c'è molto interesse da parte del pubblico", ha detto Santo Ficili Country Manager Italia di Stellantis.

Fra le chicche più attese spiccano le hypercar Bugatti Chiron Super Sport da 3,2 milioni di euro e 1.600 CV esposta sulla pedana numero 1 e appena presentata alla stampa mondiale, e la Pagani Hyuara R che spicca insieme all'esclusiva Imola prodotta in soli cinque esemplari. Prima nazionale anche per la ID.4 Gtx di Volkswagen, presente anche con Seat Cupra Born, primo modello 100% elettrico del brand, e l'e-scooter Seat Mo' . E ancora la Hyundai Ioniq 5 che anticipa i futuri modelli elettrici del brand coreano. Protagonista anche Bmw con la nuova iX nata 100% elettrica già in produzione, con le prime consegne attese a novembre. "Bmw ha lanciato il proprio manifesto della mobilità sostenibile nel 2007 con il lancio del brand "i" e della i3. Oggi il processo si rinnova con la Bmw iX, un inno al design, alla connettività alla tecnologia e al lusso senza rinunciare al piacere di guidare", ha detto Massimiliano Di Silvestre, presidente e Ad di Bmw Italia.

La prima giornata di MiMo si è conclusa con la parata in Piazza Duomo dei modelli più esclusi guidati dai numeri uno delle case d'auto in Italia. Domani invece ci sarà la parata dei giornalisti con partenza da Largo Ascari dove sarà svelato un monumento dedicato al grande pilota e arrivo all'Autodromo di Monza dove in serata sfileranno esclusive hypercar nella Supercar Night Parade. Sabato e domenica invece sempre a Monza sono in programma sfilate e le attività in pista per collezionisti e club, con il festival di auto classiche a cura di Aci Storico, in programma domenica 13.