Mimosa Campironi, Family Game Vr: tra gaiming e performance live per un nuovo 'gioco teatrale'

Teatro, videogioco e realtà virtuale al femminile sulle orme di Pirandello. Family Game Vr scritto e diretto da Mimosa Campironi, è un spettacolo sull’identità, un lavoro in realtà virtuale per narrazione interattiva attraverso la contaminazione tra VR 360° (ossia visore virtuale a 360°), gaming e performance live. Prodotto dal Teatro Metastasio, dove debutterà il 16 Novembre (e resterà in scena fino al 21 dello stesso mese) è un progetto sperimentale che indaga le nuove frontiere in un “gioco teatrale” inedito dove i nuovi linguaggi incontrano il corpo dell’attore in scena per un effetto teatrale doppiamente immersivo. In scena un unico attore, Alessandro Averone che si moltiplica in più personaggi, come l’avatar di un videogame, fino al monologo finale interpretato dal vivo. La nostra intervista Foto: via ufficio stampa HF4 Music: «Perception» from Bensound.com

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli