Min. Salute: limite 4 persone a tavola in zone bianche e gialle

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - Sia nelle Regioni in zona gialla sia in quelle in zona bianca rimane il limite, per i ristoranti, del servizio al tavolo consentito per un massimo di 4 persone, a meno che non siano tutte conviventi. Lo precisa il ministero della Salute, facendo riferimento al Dpcm del 2 marzo scorso, a sua volta richiamato dal decreto legge 22 aprile 2021 e nella premessa delle "linee guida per la ripresa delle attivita' economiche e sociali" del 28 maggio 2021 al punto 1.

Il decreto del 2 marzo recitava che "nelle attività dei servizi di ristorazione, il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi, sia nelle zone gialle che bianche" e questo resta valido.

Il ministero della Salute chiarisce così i dubbi dei ristoratori, che oggi hanno parlato di "caos ristoranti". "I ristoranti e i bar riaprono con il servizio al tavolo anche all'interno dei locali - aveva denunciato Tni Italia - ma nessuno sa se il limite delle quattro persone non conviventi a tavola sia superato anche in zona gialla". In realtà, la nota del ministero chiarisce che il limite è in vigore anche in zona bianca. I ristorati chiedono, in ogni caso, "che questa inutile norma, se ancora in vigore, venga eliminata. Se a casa 15 amici possono pranzare o cenare insieme possono farlo in sicurezza al ristorante".