Minacce a Segre, dal 2018 aperta inchiesta a Milano

webinfo@adnkronos.com

La procura di Milano ha aperto un'indagine per molestie e minacce per gli insulti arrivati sui social network alla senatrice a vita Liliana Segre. Il fascicolo, affidato al pool antiterrorismo di Milano Alberto Nobili, è stato aperto nel 2018 contro ignoti. L’indagine è nata dopo le varie denunce presentate dall’89enne sopravvissuta ad Auschwitz. Secondo i dati dell'Osservatorio antisemitismo, la Segre riceve circa duecento messaggi di odio al giorno.