Minaccia di far saltare caserma carabinieri, arrestato nel catanese

Gca

Palermo, 26 giu. (askanews) - Ha minacciato di mettere una bomba davanti alla caserma dei carabinieri dopo aver detto di essere "vicino alla mafia ed ai seguaci dell'Isis": a Biancavilla, nel catanese, i carabinieri hanno arrestato un 25enne, posto dal giudice ai domiciliari, per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. I militari stavano effettuando un servizio di perlustrazione nel centro cittadino quando hanno incrociato una moto con due persone a bordo entrambe senza casco. Dopo aver disatteso l'alt intimato dai carabinieri i due si sono allontanati. La ricerca dei fuggiaschi stata agevole per i militari che li hanno raggiunti a casa ed invitati a seguirli in caserma per la contestazione delle relative infrazioni al Codice della strada. A quel punto secondo i carabinieri il giovane ha cominciato a minacciare ed irridere i militari che sono stati costretti, cos, ad ammanettarlo per farlo entrare in auto per condurlo in caserma dove, poi, ha continuato a minacciare di morte un maresciallo reo, a suo dire, di "approfittare" della divisa. Il giovane avrebbe poi minacciato altri carabinieri e pure un medico del 118.