Mini rinnova la propria presenza a Lucca Comics & Games 2022

LUCCA (ITALPRESS) - Mini rinnova la partnership con Lucca Comics & Games, in programma fino al 1° novembre a Lucca. "MINI ha da sempre a cuore la valorizzazione dei giovani talenti - dichiara Stefano Ronzoni Head of Mini - e quest'anno abbiamo scelto di collaborare con Lucca Manga School con un progetto che coinvolgerà gli studenti durante l'anno accademico 2022-23. Il concept principale sul quale gli studenti sono chiamati a lavorare è basato sul tema di Mini 'Big Love', che si traduce in amore per le persone e per l'ambiente circostante. I ragazzi dovranno indagare le tematiche di sostenibilità ambientale e inclusione sociale, care alla community di Mini, con lo scopo ultimo di realizzare delle illustrazioni digitali. Attraverso questo progetto MINI vuole dare spazio ai giovani talenti di esprimere appieno la propria creatività e di affinare la capacità di lavorare in sinergia in team".

Il manga è diventato uno dei settori principali nell'industria editoriale giapponese proprio negli anni Cinquanta e ha saputo conquistare una popolarità progressivamente crescente, quando anche Mini faceva il suo esordio sulla scena, diventando presto un oggetto di cult. Se i manga sono così amati, è soprattutto grazie al fatto che le storie che raccontano risultano avvincenti: non solo narrano eventi più o meno realistici, ma lo fanno suscitando emozioni e facendo sì che il fruitore si interessi alle sorti dei personaggi, identificandosi in questi ultimi e interrogandosi circa lo sviluppo della storia. I manga sono un prodotto giovane e fresco, dove autore e fruitore devono incontrarsi in una teoria implicita delle emozioni condivisa da entrambi. Per questa comunanza di valori, Mini ha scelto di offrire una interpretazione manga in occasione di Lucca Comics & Games 2022.

Per l'occasione una Mini Elettrica ha fatto da tela a Caterina Rocchi, Direttrice Artistica di Lucca Manga School, ospitando una sua opera d'arte e la sua interpretazione e visione del tema sul quale gli studenti della scuola lavoreranno durante l'anno. La city car, che con la sua alimentazione Full Electric ha a cuore il pianeta, senza sacrificare performance e sicurezza è una macchina urbana, giovane, agile, come l'arte manga, a cui Caterina ha dedicato la sua carriera. "Prendendo ispirazione dalla sottocultura Ita-Sha di appassionati di modding automobilistico in Giappone, ho creato due personaggi, uno per ogni fiancata, che si incontrano poi simbolicamente sul cofano nello slogan Big Love.

Ita-Sha, scritto racchiude i simboli di 'dolore' e di 'macchina', il dolore è dato dalla quantità sovra stimolante di colori e dal cringe dei soggetti rappresentati, ma Ita-Sha, scrivendolo invece ??? è anche la macchina italiana. Ho inserito quindi l'estetica italiana, rendendo la mia interpretazione più elegante e digeribile rispetto alla Ita-Sha classica, attraverso un diverso utilizzo del colore che richiama i monocromatici manga più che l'animazione", ha dichiarato Caterina Rocchi.

Il carattere della Mini Cooper SE è ben rappresentato dai due personaggi: una ragazza dinamica e forte che si contrappone al personaggio naturale, un ragazzo più timido e sereno. La gestualità e l'espressività accompagna questi temi, con lei in corsa, scattante, agile, mentre lui è adagiato, quasi in cerca di un abbraccio. Hanno entrambi un'estetica moderna, che richiama la moda activewear per lei e lo stile hipster per lui, incorporando per ognuno un colore accent legato al tema. Sono emblematiche le due traslitterazioni in Giapponese presenti nell'opera, da lui si sprigiona la scritta ??? (big) e da lei (love), che poi si incontrano sul cofano con "Big Love", intorno al cuore formato dai loro elementi con lo sfondo di uno skyline metropolitano. Quella rappresentata è anche una storia d'amore - un Big Love - di due caratteri opposti che si attraggono, perché volti verso lo stesso obiettivo: sostenibilità, efficienza e amore.

foto: ufficio stampa Bmw Group Italia

(ITALPRESS).

tvi/com