Ministro Bianchi: "Non c'è più rischio di regioni in quarantena"

·1 minuto per la lettura
Patrizio Bianchi
Patrizio Bianchi

Intervenuto nel corso dell’ultima puntata di Morning News su Canale 5, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha parlato di Green Pass e rientro a scuola. Bianchi ha specificato che riguardo al certificato verde saranno i presidi a fare gli opportuni controlli. Ha spiegato, inoltre, che non c’è più il rischio di regioni in quarantena. Riguardo invece al personale scolastico: “Ormai siamo sopra al 90% dei vaccinati”.

Green Pass, Bianchi: “Lo controlleranno i presidi”

Bianchi, riferendosi al Green Pass a scuola, ha dichiarato: “Lo controlleranno i presidi, stiamo facendo un grande lavoro con loro e con l’Autorità della Privacy per avere uno strumento semplice e facile che permetta loro di verificare tutte le mattine chi ha il disco verde o il disco rosso”.

Green Pass, Bianchi: in caso di positivi a scuola cosa succede?

Bianchi ha precisato che nel caso in cui in una classe ci sia un ragazzo positivo “verrà allontanato, e anche gli altri alunni, e si verificherà l’ampiezza del cluster. Ora si isolano esattamente le situazioni di rischio che viene monitorato senza più generalizzare. Non c’è più il rischio di Regioni in quarantena”.

Green pass, Bianchi sull’obbligo vaccinale per gli studenti

Riguardo all’obbligo vaccinale sugli studenti, Bianchi ha spiegato che esso “non riguarda gli studenti della scuola” ma solamente gli studenti universitari e inoltre, riguardo a eventuali contagi da Covid-19: “La scuola opera su classi di persone che si conoscono e c’è la possibilità di verifiche quotidiane della situazione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli