Ministro Cingolani annuncia aumento delle bollette: “Nei prossimi tre mesi oltre il 40%”

·1 minuto per la lettura
Caro bollette, l’annuncio del ministro Cingolani
Caro bollette, l’annuncio del ministro Cingolani

Roberto Cingolani è l’attuale ministro della Transizione energetica che ha fatto un particolare annuncio in merito all’aumento della bolletta elettrica. L’esponente politico, così come riportato da la Repubblica, avrebbe quindi annunciato un aumento del 40% nel trimestre ottobre-dicembre 2021. “Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%“, aveva già annunciato Cingolani.

Ministro Cingolani parla del caro bollette, l’annuncio

L’annuncio è stato dato dal ministro durante un convegno della Cgil a Genova. “Tutto ciò succede perché il prezzo del gas è aumentato a livello internazionale, così come aumentato il prezzo della CO2 prodotta“. Le motivazioni sono state spiegate da Cingolani e riguardano, inoltre, una domanda che supera enormemente l’offerta.

Ministro Cingolani parla del caro bollette, svelato anche il motivo

La domanda di gas è aumentata particolarmente in Asia. I prezzi sono comunque aumentati visto che, come riportato da la Repubblica, la Cina starebbe pensando di fare enormi carichi di Gnl (gas naturale liquido) grazie al trasporto marittimo. Tutto questo, di conseguenza, non avrebbe fatto altro che far aumentare i prezzi in tutto il mondo.

Ministro Cingolani parla del caro bollette, le conseguenze

A causa di ciò c’è quindi un rialzo delle bollette per i cittadini, così come per le imprese. Si tratta di un combustibile utilizzato in buona parte da diverse attività industriali che sfruttano l’energia elettrice. Come se non bastasse, inoltre, un altro elemento è dettato dai permessi per inquinare che si pagano in base a quanta anidride carbonica si emette, da qui l’aumento delle bollette per compensare l’esborso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli