Ministro Costa: De Luca e de Magistris devono cooperare di più

Red/Cro/Bla
·1 minuto per la lettura

Roma, 28 ott. (askanews) - "Ci vorrebbe una maggiore cooperazione tra Comune e Regione, è il momento di fare in modo che le persone si liberino delle proprie scorie individuali e lascino parlare l'arma istituzionale." Lo ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Sergio Costa intervenendo nella trasmissione 'Più di così' su Radio Crc. "Si deve creare il meccanismo di collegamento che vede il bene del cittadino prima della caratterialità di ciascuno. Della caratterialità ci siamo stancati tutti, è il momento delle istituzioni, il cittadino deve capire che c'è qualcuno che lo prende a cuore, sotto braccio e gli sappia parlare", ha aggiunto. Il ministro Costa è intervenuto sulla correlazione tra coronavirus e inquinamento Pm10: "ormai gli studi non sono solo italiani ma anche stranieri come quello di Harvard e ci dicono che è alto l'indice di correlazione tra inquinamento e Covid. È molto probabile che nelle zone aggredite da pm10 ci sia insorgenza del virus, al netto degli scambi commerciali e dei trasporti. È importante perché l'Italia è sottoposta ad una infrazione europea per la qualità dell'aria. Il ministero ha stabilito con l'Unione europea e ha definito un accordo di 500 milioni di euro per intervenire sul territorio".