Ministro Provenzano a Palermo: investire al Sud non è causa persa

Palermo, 13 set. (askanews) - Ha scelto Palermo, Giuseppe Provenzano, come prima uscita pubblica da ministro per il Sud e ha iniziato con la visita all'istituto comprensivo Piersanti Mattarella, nel popolare quartiere di Bonagia. Ad accoglierlo il sindaco della città, Leoluca Orlando.

L'incontro con gli insegnanti, gli studenti e il personale dell'istituto ha offerto al ministro Provenzano l'occasione per fare il punto su un aspetto fondamentale per il rilancio del Mezzogiorno: gli investimenti, per sanare le fratture tra Nord e Sud, consentendo non solo al meridione ma a tutto il Paese di tornare a crescere. "Gli investimenti pubblici vanno rilanciati come leva di attivazione degli investimenti privati, non bisogna fare una discussione astratta o ideologica. Parlate con i sindaci e gli amministratori, non significa fare spesa pubblica in più, significa invertire un trend che nel corso degli ultimi vent'anni ha portato gli investimenti al sud al livello più basso della storia di sempre".

"Vorrei mandare un messaggio dal sud, da Palermo - ha detto -. Investire nel meridione non è una causa persa. Basta con la logica della contrapposizione, della dipendenza. Noi siamo per l'interdipendenza. Se il paese non sana le sue fratture non si rialza. Il Sud non ha bisogno di essere assistito ma ha bisogno di ritrovare un suo progetto utile non solo all'Italia ma all'Europa".