Minorenne ferito durante movida: fermato 18enne nel varesotto

·1 minuto per la lettura
14enne ferito busto arsizio
14enne ferito busto arsizio

La Polizia di Busto Arsizio ha denunciato un maggiorenne di origini nordafricane che lo scorso 10 luglio avrebbe ferito un 14enne albanese nel bel mezzo della movida cittadina. Il ragazzo è stato smascherato dalle telecamere di sicurezza della zona e denunciato per lesioni gravi. Il 18enne ha giustificato l’aggressione: “Mi ha guardato male, pensavo volesse provocarmi“.

Poco meno di un mese prima, il Comune in provincia di Varese aveva chiuso un centro estivo per un sospetto caso di Coronavirus.

14enne ferito a Busto Arsizio: un denunciato

Dopo giorni di ricerche e indagini, la Polizia di Stato di Busto Arsizio ha preso e denunciato un giovane colpevole di aver ferito con il collo di una bottiglia rotta un 14enne lo scorso 10 luglio, nel pieno svolgersi della movida cittadina.

Il giovane venne trasportato subito in ospedale dove se la cavò con qualche punto di sutura sull’incisione che per fortuna non ha reciso la giugulare. In seguito gli inquirenti hanno incontrato molte difficoltà nel ricostruire i fatti.

Dopo varie ricerche e faticose collaborazioni con i giovani locali, le nuove informazioni hanno permesso di risalire all’identità dell’aggressore. Gli agenti sono risaliti alla sua fisionimia grazie alle telecamere di sicurezza della zona che quella notte avevano registrato la scena dell’aggressione.

Una volta raggiunto dagli agenti nella propria abitazione, il giovane ha confessato le sue responsabilità. Il nordafricano appena maggiorenne ha giustificato il suo gesto con uno sguardo rivoltogli dal 14enne, interpretato inizialmente come un gesto di sfida. Per lui è scattata la denuncia per lesioni gravi. La sua posizione ora è al vaglio della magistratura.