Minori: Fico presiede 'capigruppo' con 16 bambini

Lsa

Roma, 20 nov. (askanews) - Una conferenza dei capigruppo sui generis è stata quella presieduta oggi alla Camera da Roberto Fico. Attorno al grande tavolo del suo studio, sede abituale dell'appuntamento istituzionale con i presidenti dei gruppi, si sono seduti questa volta 16 bambini e ragazzi, di età compresa tra i 6 e i 18 anni, per esporre le loro esigenze e chiedere alla politica di essere ascoltati. Emozionati ma determinati. La manifestazione è stata organizzata dall'Unicef in collaborazione con la Camera, in occasione della giornata mondiale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Sempre oggi ricorrono i 30 anni della Convenzione dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Quattro ragazzi, neomaggiorenni, sono arrivati in Italia come minori stranieri non accompagnati e hanno raggiunto la maggiore età nel nostro paese, inseriti nei programmi Unicef. Al termine dell'incontro, che si è protratto per oltre un'ora, una bambina, in rappresentanza della giovane delegazione, ha consegnato a Fico la Convenzione. Il Presidente ha ricambiato regalando una copia della Costituzione. "Hanno chiesto il rispetto dei loro diritti e di essere ascoltati - ha riferito Fico -. Ci hanno trasmesso grande umanità e chiarezza negli intenti che erano davvero sentiti. Le loro richieste: diritto a partecipare, a imparare, a non essere esclusi, ad avere classi miste con la presenza di ragazzi stranieri. E' uno spaccato della società. Da lì - ha aggiunto Fico - vengono gioie e dolori. Dobbiamo lavorare molto per i minori e dobbiamo imparare ad ascoltare, per chi fa politica è fondamentale".