Minori, Mattarella: piaga diffusa, fare fronte comune

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 mag. (askanews) - "Gli abusi sui minori continuano ad essere una piaga diffusa. Famiglie, scuole e istituzioni devono fare fronte comune a difesa dei diritti di ogni bambino. Si tratta di crimini tra i più odiosi, contro persone indifese, talvolta proprio commessi da parte di chi dovrebbe prendersene cura". Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia.

"A partire dalla Dichiarazione di Ginevra del 1924 sui diritti del fanciullo, la comunità internazionale è fortemente impegnata nella protezione dei minori, ha aggiunto.

"Il web e i social media sono nuove modalità attraverso le quali si manifesta la violenza contro i minorenni, con utilizzo di tecnologie digitali per abusarne sessualmente online. La produzione e la distribuzione crescente di materiale pedopornografico e l'estorsione a sfondo sessuale suscitano allarme anche nel nostro Paese - ha proseguito il Capo dello Stato- Negli anni della pandemia il fenomeno dell'adescamento online è tristemente cresciuto: in Italia, nel 2021, sono aumentati di quasi il 50% i casi di pedopornografia trattati dalla Polizia Postale.

Per Mattarella "Appare, quindi, necessario realizzare iniziative per accrescere il livello di consapevolezza dei minori riguardo ai rischi cui sono esposti e costruire intorno ai giovani utenti un ambiente digitale sicuro, sollecitando la responsabilità delle piattaforme digitali a questo scopo. Ciascun bambino, in ogni parte del mondo, ha diritto a un'infanzia felice. Garantire questo diritto è un dovere che richiede il contributo e lo sforzo di ciascuno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli