Minori a rischio in hotspot Samos, Corte Ue: trasferirli subito -3-

Red/Coa

Roma, 3 gen. (askanews) - "Siamo incredibilmente grati alla Corte per questa misura provvisoria, in attesa della sentenza. È da anni ormai che migliaia di minori vivono in queste condizioni di vita allucinante e illegale nell'hotspot di Samos", afferma Giulia Cicoli, cofounder di Still I Rise. "Siamo tutti felicissimi per questi cinque ragazzi, che ora dovranno essere trasferiti in un centro per minori adeguato, ma ci sono altri 400 minori qui che versano nelle stesse condizioni e circa 2000 sulle cinque isole greche. È arrivato il momento che altri Stati europei facciano la propria parte, prendendo volontariamente questi bambini e ragazzi. Che Europa saremmo, altrimenti?"