Minori, Ronzulli (Fi): è giunta ora di welfare per infanzia

Pol-Afe

Roma, 20 nov. (askanews) - "Oggi ricorrono i 30 anni dall'approvazione della Convezione sui diritti dell'infanzia da parte dell'Assemblea generale dell'Onu. Da allora la tutela dei minori è diventato un principio primario da difendere, ma è bene avere sempre presente che, nonostante le maggiori garanzie a difesa dei bambini che proprio grazie alla Convenzione si sono andate via via imponendo, nel corso del tempo sono emersi nuovi rischi e pericoli a cui siamo chiamati a rispondere". Così, in una nota, la vicepresidente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza, Licia Ronzulli.

"C'è dunque - aggiunge - ancora tanto da fare, il che impone la necessità di non abbassare la guardia. Serve, anzi, un passo ulteriore che ponga i minori al centro di politiche mirate in un contesto normativo organico. Insomma, un vero e proprio 'welfare per l'infanzia' che metta a sistema regole e iniziative a tutela dei minori opportunamente finanziate così da renderle certe e durature nel tempo. A dimostrazione di questa necessità, i dati a dir poco allarmanti sulla povertà minorile in Italia che ci consegnano un quadro con circa un milione e duecentosessantamila minori in condizioni di difficoltà. Una situazione inaccettabile a cui bisogna porre immediatamente rimedio, a partire dall'inclusione scolastica. Quello all'istruzione è un diritto fondamentale che lo Stato deve garantire a tutti, perché tutti i minori devono poter godere dei medesimi diritti e delle stesse garanzie".