Minori, Savino (Fi): parole Mattarella sono stimolo per politica

Pol/Bac

Roma, 20 nov. (askanews) - "Le autorevoli e condivisibili parole del Presidente Mattarella sulla necessità di implementare i diritti dei bambini, soprattutto di quelli che vivono in contesti difficili, rappresentano un monito e uno stimolo per tutta la politica per fare meglio e di più a tutela dei minori. Purtroppo sono ancora troppi gli ambiti e troppe le aree geografiche in cui lo Stato non garantisce livelli accettabili per un Paese civile". Lo afferma in una nota la deputata di Forza Italia, Elvira Savino.

"Ad esempio - aggiunge - c'è il problema delle mense scolastiche che vede il Sud penalizzato: le regioni insulari e meridionali sono infatti quelle che registrano il numero più alto di alunni che non usufruiscono della refezione scolastica. Per non parlare della povertà assoluta in cui si trovano i minori. L'Italia è infatti agli ultimi posti in Europa per 'povertà di futuro' di bambini e adolescenti, privati di opportunità, prospettive e competenze. La povertà nelle sue varie forme, educativa, sociale, economica, d'istruzione e di lavoro, li sta colpendo in modo grave: quasi 1 milione e trecentomila bambini e ragazzi, ovvero il 12,5 per cento del totale, vivono in povertà assoluta, oltre la metà non legge un libro, quasi 1 su 3 non usa internet e più del 40 per cento non fa sport. Sono le regioni meridionali quelle in cui gli effetti della povertà educativa su bambini e ragazzi si fanno sentire maggiormente e dove l'abbandono scolastico è maggiore".

"C'è infine un problema che non riguarda soltanto il presente ma anche e soprattutto il futuro del nostro Paese, ovvero la denatalità. Il primo dovere per tutelare i minori è quello di supportare con fondi appositi e sgravi fiscali le famiglie che hanno figli, specie le famiglie numerose, ed aiutare quelle famiglie che vorrebbero avere figli ma non sono nelle condizioni economiche per poter realizzare questo loro sogno", conclude.