Minori, Telefono Azzurro porta i temi dell’infanzia e dell’adolescenza in Parlamento

(Adnkronos) - Telefono Azzurro incontra questa mattina a Roma, presso la Sala del Cenacolo (Complesso di Vicolo Valdina, a pochi metri da Palazzo Montecitorio), le forze politiche di tutti gli schieramenti per portare in Parlamento i temi dell’infanzia e dell’adolescenza. Un’iniziativa per fornire ai responsabili politici un kit di lavoro contenente il Manifesto e un Dossier sulle attività prioritarie in tema di tutela dell'infanzia per un’azione congiunta a favore dei bambini e degli adolescenti in vista dell’avvio della XIX Legislatura. Telefono Azzurro si fa così promotore di un’azione diffusa di sensibilizzazione e advocacy per portare la voce dei bambini in Parlamento con una chiamata all’azione trasversale.

L’obiettivo è costituire competenze condivise sui temi legati all’infanzia e adolescenza accomunate da un’unica visione e dalla volontà di promuovere il benessere di ogni bambino e il suo diritto a crescere in un ambiente sano, prevenendo abusi e disagi. Tutti i 600 parlamentari - deputati e senatori – e gli stakeholder riceveranno i materiali e avranno l’opportunità di dare vita a una grande rete che in maniera trasversale potrà elaborare, anche grazie al supporto di FB&Associati, proposte di policy partendo dai contenuti programmatici del Manifesto redatto da Telefono Azzurro.

Dal momento del lancio il Manifesto ha raccolto oltre 25 aderenti - fra cui Anna Ascani, Stefania Ascari, Chiara Appendino, Maria Teresa Bellucci, Andrea Barabotti, Elena Bonetti, Mara Carfagna, Maria Domenica Castellone, Devis Dori, Michela Di Biase, Antonio De Poli, Lorenzo Fontana, Marco Furfaro, Maria Chiara Gadda, Valentina Grippo, Maria Cecilia Guerra, Beatrice Lorenzin, Simonetta Matone, Vincenza Rando, Isabella Rauti, Silvia Roggiani, Licia Ronzulli, Debora Serracchiani, Stefano Vaccari, Valeria Valente e Sandra Zampa - che auspicabilmente cresceranno con l’azione di sensibilizzazione allargata avviata nella giornata odierna.

“Oggi è un giorno importante per l’affermazione dei diritti e della tutela dei minori, di coloro che non hanno diritto di voto e sono spesso invisibili: tante persone con ruoli istituzionali diversi hanno già risposto positivamente al nostro appello e ci auguriamo che molte altre possano unirsi in questo movimento per dare voce ai bambini”, afferma il professor Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro. “In 35 anni l’attività di ascolto ci ha permesso di conoscere innumerevoli situazioni di difficoltà e gravi problematiche e di comprendere i loro bisogni; questa consapevolezza ci ha spinto ad affiancare il nostro lavoro di sensibilizzazione verso l’opinione pubblica con un nuovo cammino verso la politica, per coinvolgere in modo attivo le Istituzioni e il Parlamento. Gli obiettivi sono mettere il tema dell’infanzia al centro dell’agenda politica, definire modelli di intervento, fare rete. L’incontro di oggi è solo un primo passo nella creazione di una piattaforma permanente di analisi e sviluppo di strategie per la protezione dei minori e di elaborazione di proposte, in linea con le evoluzioni della società e dell’economia”.

L’incontro odierno sarà seguito da una serie di appuntamenti ricorrenti, il primo già a calendario è previsto per il 18 novembre in occasione della ‘Giornata Internazionale della Protezione dei bambini contro lo sfruttamento e l'abuso sessuale’ con un grande convegno presso il Senato della Repubblica la mattina (dalle 9:00 alle 13:00) e al Center for American Studies il pomeriggio (dalle 15:00 alle 18:00).