Minsk: due giorni di proteste contro Lukashenko, centinaia di arresti

Erano scesi in piazza per chiedere conto di amici e parenti arrestati il giorno prima e sono finiti in manette a loro volta. È successo a Misk, dove circa cento persone domenica hanno manifestato nella piazza centrale della capitale bielorussa. Trenta di loro, il bilancio è di una ong, sono state fermate. Volevano avere notizie di alcuni attivisti arrestati sabato durante una massiccia manifestazione non autorizzata contro il presidente Aleksandr Lukashenko.

Il 25 marzo, infatti, anniversario dell’indipendenza della Repubblica Popolare Bielorussa, in molte città del Paese ci sono state proteste contro il presidente, al potere da 23 anni e considerato colpevole della crisi economica e della povertà diffusa. A Misk ci sono stati 400 fermi; molti attivisti sono stati rilasciati sabato sera, per altri gli arresti si sono prolungati.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità