Miozzo, ex coordinatore del Cts, contro i No Vax: "Ci vuole l'arresto"

·1 minuto per la lettura
miozzo
miozzo

Agostino Miozzo, ex coordinatore del Cts, parla dell’obbligo vaccinale in Italia per gli over 50 e non le manda a dire ai No Vax.

Agostino Miozzo contro i No Vax: l’intervista

Agostino Miozzo, ex coordinatore del Cts, è stato intervistato dal ‘Corriere della Sera’ e ha parlato di diversi temi: l’obbligo vaccinale, l’esplosione dei contagi in Italia e l’avanzata della variante Omicron sono stati i principali argomenti trattati.

Agostino Miozzo contro i No Vax: l’obbligo vaccinale per gli over 50

Non ha dubbi, Miozzo, in merito all’importanza della misura dell’obbligo vaccinale: “Io metterei l’obbligo assoluto totale perché nell’emergenza in cui siamo non ci è permesso essere democratici. Come sanzione metterei anche l’arresto perché grazie a chi vuole correre pericoli, e li fa correre agli altri, ci sono morti. Molti finiscono nelle terapie intensiva, dove un giorno di ricovero costa 1.500 euro. C’è chi ci rimane 20 giorni. Si può partire da lì, da una sanzione equivalente a un giorno di terapia intensiva non sarebbe sbagliato”.

Agostino Miozzo contro i No Vax: vaccini e variante Omicron

La variante sudafricana sembra ormai essere quella prevalente anche in Italia, Miozzo spiega: “Molti si infettano ma non si ammalano. Voglio far notare che certamente è vero che i contagi sono in aumento, perché questa è una variante molto più infettiva, ma è altrettanto vero che i vaccinati sono in gran parte protetti dalla malattia grave e molti di loro accusano solamente sintomi lievi.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli