Miozzo: "Non siamo fuori pericolo, a scuola serve prudenza"

·1 minuto per la lettura
Agostino Miozzo (Photo by Simona Granati - Corbis/Getty Images)
Agostino Miozzo (Photo by Simona Granati - Corbis/Getty Images)

Agostino Miozzo, già capo del Cts e poi consulente del ministro dell`Istruzione Patrizio Bianchi, non nasconde le sue perplessità riguardo all`annuncio fatto dal ministro sulla possibilità che in classi dove tutti sono vaccinati gli studenti possano togliersi la mascherina.

"Sono disorientato da questo annuncio che risente certamente dell'ottimismo della volontà ma non del sano pessimismo della ragione - spiega in un'intervista al Corriere della Sera -. La ragione ci dice che la situazione attuale non ci consente la normalità pre-Covid. Per tanti motivi anche indipendenti dal mondo della scuola...".

VIDEO - Vaccini Covid: Pfizer e Moderna quanto sono efficaci 6 mesi dopo?

"Oggi abbiamo ancora circa 50 morti al giorno (oltre 350 alla settimana) e circa 5 mila contagi, come si fa a dire che la pandemia non è più un problema? Non siamo ancora fuori dal rischio con le nuove varianti che hanno effetti molto più forti del virus dell'inizio della pandemia", ha sottolineato.

"La situazione è molto migliorata - conclude - ma impone il rispetto delle regole. La variante ha effetto sui giovani e ci sono molti milioni di over 50 da vaccinare, che vivono spesso in casa con i ragazzi. In più, nelle scuole non si è fatto abbastanza per sanare i vecchi mali come le classi pollaio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli