Mischa Barton, il motivo sull'addio a The OC: "Persone cattive sul set"

·2 minuto per la lettura
mischa barton oc
mischa barton oc

Mischa Barton, a distanza di quindici anni dall’addio a The OC, ha svelato il motivo per cui ha preferito abbandonare la fortuntata serie tv. L’attrice ha confessato che il set non era un ambiente sano e, per il suo bene, ha preferito prendere le distanze.

Mischa Barton: l’addio a The OC

Correva l’anno 2003, quando sullo schermo andava in scena il primo episodio di The OC. I telespettatori si sono subito innamorati del mondo dorato di Orange Country, soprattutto quando si sono resi conto che ricchezza non sempre fa rima con felicità. Mischa Barton, uno dei personaggi principali della serie tv, vestiva i panni della bellissima e tormentata Marissa Cooper. Intervistata da E! News, l’attrice ha confessato il motivo per cui ha deciso di abbandonare OC.

Mischa Barton, l’addio a The OC: il motivo

Mischa ha ammesso che lavorare a The OC per ben 3 stagioni è stato bello, ma terribilmente faticoso. Non per il suo personaggio, che le piaceva tantissimo, ma per l’atmosfera che c’era sul set. La Barton, senza peli sulla lingua, parla di “una sorta di bullismo generale da parte di alcuni degli uomini sul set“. Marissa Cooper è uscita di scena con la morte, avvenuta in un tragico incidente e anche se l’attrice apprezza il modo in cui il suo personaggio ha detto addio ai fan, si vuole togliere qualche sassolino dalle scarpe. Ha confessato:

“C’erano persone su quel set che erano molto cattive con me. Non era, tipo, l’ambiente ideale per un giovane ragazza sensibile che è stata anche spinta verso la celebrità con cui dover convivere”.

Mischa Barton: l’addio a The OC senza rimpianti

Mischa ha vissuto momenti molto complicati sul set di The OC ed è per questo che non ha alcun rimpianto di aver detto addio alla serie. Nonostante tutto, ha amato il suo personaggio e anche la trama che l’ha avvolto fin dalla prima puntata. Ha ammesso:

“Non sapevo dove stesse andando il personaggio. Ci ripenso con affetto, ma ci sono cose che penso che le persone abbiano sbagliato per il modo in cui l’hanno gestita. Quindi, non sentivo di poter andare avanti”.

La Barton non ha rivelato i nomi dei soggetti che l’hanno bullizzata, ma qualche tempo fa aveva ammesso di non frequentare più i colleghi Benjamin McKenzie, Rachel Bilson e Adam Brody.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli