Misiani (Pd): la carenza dei segretari comunali ormai insostenibile

Pol/Luc

Roma, 3 ago. (askanews) - Un'interrogazione al Ministro dell'interno, presentata dal senatore Antonio Misiani, capogruppo PD in commissione bilancio, e sottoscritta da altri 29 componenti del gruppo PD al Senato. È l'iniziativa assunta dal Partito Democratico in merito alla grave carenza di segretari comunali, che mette a rischio il funzionamento di centinaia di amministrazioni comunali in tutta Italia. Secondo Misiani "la situazione è ormai insostenibile, soprattutto nelle regioni del Nord: Liguria, Piemonte, Lombardia, ma anche in Abruzzo. In Lombardia oltre metà dei comuni con meno di 10 mila abitanti non hanno un segretario titolare. I disagi sono notevoli, con il moltiplicarsi di incarichi a scavalco e situazioni al limite dell'assurdo, con segretari impegnati, in alcuni casi, su più di 10 sedi. I meccanismi ministeriali di reclutamento, già di per sé farraginosi, negli ultimi anni sono entrati in stallo. Le due procedure di reclutamento aperte tra il 2018 e 2019 sono positive ma non risolvono nel breve periodo i gravi problemi aperti". "Per questo - conclude Misiani - abbiamo presentato un'interrogazione al ministro Salvini per sollecitare un intervento urgente del governo, accelerando la conclusione delle procedure di reclutamento aperte e valutando misure ulteriori come una maggiore responsabilizzazione dei vicesegretari comunali, l'imposizione di un termine perentorio per l'ingresso in servizio dei vincitori dei precedenti corsi concorsi già espletati e la possibilità di un piano di reclutamento straordinario".