Miss Italia, attacchi razzisti contro concorrente

Concorrente MIss Italia

“Non rappresenti i canoni di bellezza italiani, non meriti di partecipare a Miss Italia”. Questo l’attacco razzista mosso contro Sevmi Tharuka Fernando. La ragazza, di appena 20 anni, è nata a Padova e cresciuta a Villanova Camposanpiero, in Veneto. Le sue origini, però, sono lontane. I genitori si sono trasferiti dallo Sri Lanka all’Italia circa trent’anni fa. Sevmi è nata in Italia, i suoi amici sono italiani così come tutto ciò che fa parte del mondo nel quale vive. Il suo colore della pelle non è però andato giù a tutti. Come candidata di Miss Italia, il famoso concorso di bellezza nazionale, le sue foto sono apparse in tv, sui giornali e su vari social. Ed è così che è iniziata la polemica sul colore della pelle di Sevmi.

I genitori non si sono lasciati scoraggiare dagli haters e hanno iniziato un volantinaggio per incoraggiare gli abitanti di Villanova Camposanpiero a sostenere la figlia. Sevmi inizierà infatti venerdì prossimo la sua avventura in diretta su Rai1, sotto la conduzione di Alessandro Greco.

Miss Italia, le altre finaliste straniere

Denny Mendez, incoronata Miss Italia nel 1996, ha espresso la propria vicinanza a Sevmi, incoraggiandola a non mollare. Anche la Mendez era stata a sua volta vittima di attacchi razzisti durante la sua partecipazione al concorso. Sevmi non è però l’unica finalista di origine straniera del 2019. Ad affiancarla anche due ragazze originarie di Marocco e Ucraina. Il messaggio da parte di Miss Italia è chiaro: si punta all’integrazione sociale del Paese. Così come ribadito anche da Patrizia Mirigliani, figlia dello storico patron del concorso di bellezza.